UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO AL TEATRO FRANCO PARENTI

 

Un borghese piccolo piccolo_foto di Claudia Pajewski.jpgFino al 20 gennaio alla Sala Grande del Teatro Franco Parenti in scena “Un borghese piccolo piccolo”.

Ricordiamo il testo di Vincenzo Cerami per il capolavoro cinematografico di Mario Monicelli con Alberto Sordi protagonista.

Qui il protagonista è Massimo Dapporto per la regia di Fabrizio Coniglio e le musiche di Nicola Piovani.

Si potrebbe parlare di tragicommedia in cui nella prima parte vi saranno momenti di comicità che si fondono poi con la riflessione.

Giovanni Vivaldi , il borghese piccolo piccolo , è un uomo di provincia che lavora al Ministero.

Il suo più grande desiderio è quello di sistemare suo figli Mario ma come ottenere una raccomandazione ?

Da qui parte a disperata ricerca di una scorciatoia in questo caso rappresentato dalla massoneria per garantire il futuro al figlio.

Peculiarità dell’adattamento teatrale è la tinta grottesca perché ci dice Pietro Mezzasoma ,il produttore ,” questo romanzo straordinario è un ritratto di agghiacciante attualità.

Le aspirazioni e il desiderio di raggirare le regole che una società democratica e civile impone, sembrano quasi connaturate nell’animo  di ogni cittadino italiano : forse in fondo non crediamo più nella possibilità di essere tuti uguali di fronte ala legge e nelle pari opportunità d’emancipazione  sociale e economica.

Questo è lo snodo più fortemente attuale della storia che metteremo in scena”

Biglietti da 18 a 38 euro

Per prenotazione e informazioni tel 02/59995206

Un borghese piccolo piccolo_Massimo Dapporto_foto di Claudia Pajewski.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...